il potere del pensiero

Il potere del pensiero

Il pensiero ha tre facoltà fondamentali:

  • Dare forma, creare i propri contenuti.
  • Attrarre conferme ai propri contenuti
  • Interpretare la realtà percepita in chiavi di lettura soggettive, basate su convinzioni radicate.

Per ottenere un miglior rapporto con noi stessi dobbiamo imparare a liberarci delle convinzioni che abbiamo assorbito fin dalla nascita e ad avere una percezione oggettiva della realtà. La percezione oggettiva della realtà è resa possibile dalla conoscenza di sé, delle regole e dei meccanismi che governano l’attività mentale e quella interiore nella loro globalità. La maggiore conoscenza rende più facile il cambiamento e l’acquisizione di nuovi atteggiamenti di pensiero, e perciò di comportamento.

Ogni individuo è responsabile della propria attività mentale, può scegliere i contenuti e gli atteggiamenti di pensiero più adatti per rendere la vita più facile, semplice, gratificante. Il pensiero crea la realtà e attira conferme ai propri contenuti; allora dobbiamo definire dei pensieri mirati al raggiungimento degli obiettivi che di volta in volta ci proponiamo. La ripetizione di questi pensieri è essenziale. Modificando dunque il nostro modo di pensare e di relazionarci alla realtà quotidiana, abbiamo la possibilità di correggere il nostro approccio alla vita e dunque quegli schemi che solitamente ci portano a creare problemi e conseguenti patologie.

Alcuni esercizi sono fondamententali a questo scopo.

Condizioni per realizzare gli Esercizi:

  1. Le affermazioni vanno formulate con chiarezza, precisione e semplicità.
  2. Le particelle negative vanno eliminate.
  3. La forma deve essere affermativa.
  4. Eliminare i verbi al tempo futuro o al condizionale.
  5. Usare il tempo presente.
  6. Inserire il nome proprio nell’affermazione (promuove il processo di identificazione)

Esercizio principale:

Creare una condizione preliminare di rilassamento per raggiungere una condizione mentale alpha prevalente. Ripetere mentalmente alcune volte i pensieri positivi scelti.

Altri esercizi:

Con le affermazioni prescelte è possibile lavorare in condizioni di non rilassamento, nello stato di coscienza ordinaria prevalente durante il giorno.

Gli esercizi utili sono diversi:

  • Ripetere mentalmente le frasi alcune volte durante la giornata.
  • Scrivere 10/20 volte al giorno le affermazioni.
  • Disporre fogli scritti in posti visibili in modo che lo sguardo vi cada spesso
  • Registrare 5 o 6 volte ogni affermazione su una cassetta e ascoltarla durante il giorno, soprattutto al mattino e prima di dormire.

Il tempo di reazione per assimilare le affermazioni è soggettivo, relativo alla propria elasticità interiore e alle proprie resistenze (vecchie convinzioni che sono radicate nell’inconscio da molto tempo); continuando a lavorare con le affermazioni, molte resistenze si sciolgono spontaneamente.

Nelle culture orientali, le persone sono arrivate ad avere una conoscenza e un contatto profondo con la mente ed in particolare modo alla parte più profonda della nostra mente “l'INCONSCIO”. Vivere in una società come la nostra ha limitato questa conoscenza sfruttando al massimo le potenzialità della razionalità e della logica. Ma come sempre ribadiamo, occorre l'equilibrio della parti conscio e inconscio per raggiungere il vero benessere e l'armonia.

Se senti che l'inconscio ti spinge in una direzione che ti fa soffrire, occorre comprenderne il motivo e trovare una soluzione o compromesso. Lo stesso vale se vuoi raggiungere un obbiettivo preciso, ma l'inconscio te lo impedisce. Conoscere l'inconscio e i suoi meccanismi più profondi ci permette di realizzare il benessere. Esso consiste di veri e propri processi o leggi che lo governano. Imparare queste leggi precise, ci permette di agire sull'inconscio e modificarne gli aspetti negativi in esso programmati.

Presso il centro “la Sorgente” si effettuano fra i tanti, anche percorsi inerenti a questo scopo per potere modificare gli schemi mentali negativi e migliorare il modo di vivere la vita quotidiana.