importanza del pensiero positivo

L'importanza del pensiero positivo

Le terapie e i percorsi bioenergetici procurano sempre un riequilibrio dell'omeostasi e il conseguente recupero del benessere sia fisico che psicologico. Come abbiamo esposto nel precedente articolo, la Pranoterapia si rivela una importantissima tecnica rivolta al sollievo del dolore (articolare, muscolare, infiammazioni ecc) oltre che favorire dei cambiamenti importanti e molto positivi a livello interiore.

Accanto a questa straordinaria pratica, i percorsi bioterapeutici prevedono anche il modificare alcune abitudini dannose inerenti la mente, lo stress e le modalità di pensiero che accompagnano la nostra vita quotidiana.

Apprendiamo dunque l'abitudine e l'importanza di sviluppare il pensiero positivo:

Il pensiero positivo, è uno strumento estremamente importante nelle tecniche del benessere e nel realizzare la nostra vita. E' stato scientificamente dimostrato dagli psicologi del passato (Jung, Freud,Milton, Erikson ecc) e da quelli contemporanei (Richard Bandler padre della PNL) che le immagini che creiamo nella nostra mente, con l'aiuto anche dei sensi, ci permette di dare vita a delle forme realtà interiori, di fronte alle quali il nostro cervello reagisce essendone stimolato, a seconda della qualità e del tipo di immagine. Ad esempio, se visualizzo il colore azzurro con gli occhi della mente, creandomi l'immagine interiormente, il mio cervello viene sottoposto ad una serie di stimoli che si ripercuotono poi a livello fisico. Essendo l'azzurro (secondo i principi della Cromoterapia) un colore rinfrescante e rilassante, la mia mente , manda il messaggio al corpo, attraverso gli impulsi nervosi, dando così origine ad un profondo rilassamento fisico e mentale.

Molto importante in questo processo sono anche le emozioni che accompagnano e costruiscono la visualizzazione creativa poiché esse influenzano direttamente i processi mentali e fisiologici. Di solito diciamo: "io ho una mente", ma ciò non è corretto. Dovremmo dire "io sono anche una mente" un centro di autocoscienza. Abbiamo un grande dono, siamo mente, ma possiamo esserne gli operatori consapevoli. Purtroppo spesso ignoriamo tale realtà, e diventiamo le vittime inconsapevoli di questo meraviglioso strumento chiamato MENTE. Ne facciamo spesso un uso sbagliato, e negativo, cosi' ci danneggiamo e otteniamo risultati opposti a ciò che in realtà vorremmo.

CHE FARE ALLORA?

Prima di tutto divenire consapevoli di questa realtà! Impariamo ad osservare i pensieri spontanei e volontari che formuliamo durante la giornata. Diventiamone consapevoli. Iniziamo a renderci conto di come la nostra mente lavora in maniera compulsiva anche senza volerlo. Facciamo caso alla qualità dei nostri pensieri. Di che natura sono? Positivi o negativi? Successivamente, porsi degli obbiettivi per raggiungere il controllo di questo strumento MENTE, e utilizzarlo per creare un nostro modo di essere positivo e sano. E' necessario ritrovare l'atteggiamento positivo, comprendere che è possibile recuperare l'armonia perduta, imparare a rilassarsi, a vincere lo stress, che ci toglie la capacità di vivere in piena salute .

Siamo pieni di messaggi sbagliati e negativi, alcuni creati dalla società, altri dalla famiglia e dall'ambiente che ci circonda. Abbiamo però la capacità di modificare questi "programmi" negativi, ed inserire messaggi e pensieri positivi per cambiare la nostra vita. Siamo quello che pensiamo! Secondo gli insegnamenti delle teorie sul pensiero positivo e sulla legge di causa/effetto, un'affermazione è l'asserzione di una verità che si desidera assorbire nella propria vita. E' stato detto che noi siamo quello che mangiamo; ma sarebbe più giusto dire "noi siamo quello che pensiamo".

Per cui continuare a ripetere mentalmente un pensiero, sviluppa una forza di volontà dinamica capace di esaudire ogni obbiettivo.

Non potete immaginare quanto sia grande il potere della mente . E' importante comprendere che nel momento in cui diveniamo consapevoli della natura dei nostri pensieri, possiamo intervenire per modificarla, attraverso la volontà e attraverso tecniche strategiche quotidiane. Fra queste le affermazioni positive sono molto efficaci per modificare nei giorni, un abitudine al pensiero negativo. Per cui occorre prendere nota dei nostri pensieri e formulare la sua contraria forma. Ad esempio: non sono capace di... in sono capace di....Trasformarli dunque in positivi. Continuare ad esercitare la volontà e a ripetere le affermazioni positive fino a che i vostri pensieri non agiranno per voi.

Il Pensiero è la matrice di tutta la creazione; Il pensiero ha creato ogni cosa.