reiki negli ospedali

Reiki negli ospedali

Da alcuni anni finalmente in Italia il metodo REIKI, importante tecnica del benessere naturale della bioenergetica, fa il suo ingresso in alcuni dei piu' importanti ospedali Italiani.

Reiki negli ospedali in Italia

  • San Carlo Borromeo (Milano)
  • Le molinette (Torino)
  • Cardinal Massaia (Asti)
  • San Raffaele Giglio (Cefalù)
  • Fondazione Pascale (Napoli)
  • E altre fondazioni in Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna.

Reiki nel servizio sanitario nazionale

L'OMS segue con attenzione da anni il ritorno alle terapie non convenzionali e la loro diffusione, tanto che proprio nell'ambito del Centro per le medicine tradizionali dell'OMS sono state prodotte delle linee guida per la loro pratica.

L'introduzione del Reiki nel S.S.N., è un grande passo avanti per ogni ospedale che può promuovere corsi di aggiornamento per personale medico e paramedico sul Reiki". Due medici di Milano hanno curato una pubblicazione di Riza Scienze (gennaio 2002) dedicata al Reiki nella quale si dichiara di auspicare l'ingresso del Reiki all'interno degli ospedali.

Il Reiki integra le terapie convenzionali: è il caso per esempio dell'utilizzo nel reparto di pronto soccorso o in sala operatoria (per le sue qualità di antiemorragico, di equilibratore della pressione, ecc.). Su questa pubblicazione, nel capitolo intitolato "Vantaggi economici del Reiki nella gestione sanitaria" possiamo leggere:

"Reiki ha una grande potenzialità in campo medico sanitario in quanto:

  • Non ha effetti collaterali, né tantomeno controindicazioni
  • È estremamente riproducibile, indipendentemente dalla persona fisica del curante
  • È praticabile da medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi o volontari, su pazienti ricoverati in ospedale o in hospice, in regime ambulatoriale o di day-hospital, e a domicilio. A domicilio può essere eseguito anche dai familiari dei pazienti e dal paziente stesso con l'auto-trattamento, senza costi aggiuntivi per il sistema sanitario.
  • Non utilizza aghi, strumenti o apparecchiature, o strutture particolari
  • È di facile apprendimento ed alla portata di tutti. Le attivazioni di primo livello si effettuano in 12 ore da parte di un Reiki Master."

Di seguito alcune relazioni presso le strutture sanitarie: San Carlo Borromeo di Milano - Le Molinette di Torino – Ospedale Cardinal Massaia di Asti – San Raffaele Giglio di Cefalu' - Fondazione Pascale di Napoli - e tanti altri ospedali Italiani:

Lo studio osservazionale ha dimostrato che:

  • Reiki è un’ottima tecnica di rilassamento ed analgesia;
  • In supporto alla terapia farmacologica convenzionale, Reiki è in grado di ridurre:
    1. La frequenza di attacchi di emicrania del 50%;
    2. L’intensità e la durata di ciascun attacco;
    3. La depressione che accompagna lo stato di malattia;
    4. Il numero di giornate lavorative perse e il ricorso a visite mediche;
  • i benefici apportati da un ciclo di 8 sedute settimanali di Reiki perdurano per almeno 6 mesi dalla conclusione del ciclo stesso.

Si può concludere che il trattamento reiki influisce positivamente sia come aiuto psicologico nell’affrontare l’iter di terapie, negli stati d’ansia e depressione, sia come supporto integrativo alla terapia del dolore. Partendo da questo piccolo studio, che potremmo chiamare pilota, è nata l’idea di continuare la raccolta dati costruendo una nuova scheda che ci permetta di valutare in modo più sistematico i dati che possono emergere, cercando di raccogliere i dati di tipo quantitativo e quelli di tipo più qualitativo che sono emersi dalla precedente raccolta.

Un grandissimo passo avanti di grande soddisfazione per noi professionisti del settore che finalmente vediamo confermati e riconosciuti dalla sanità anni di lavoro e divulgazione di metodi del benessere che ogni giorno ci perrmettono di raggiungere enormi risultati e grandi soddisfazioni per il benessere dell'individuo.
PRESSO IL CENTRO “lA SORGENTE” SI EFFETTUANO ANCHE PERCORSI TERAPEUTICI REIKI E CORSI REIKI APERTI A CHIUNQUE VOGLIA APPRENDERE QUESTA MERAVIGLIOSA TECNICA DEL BENESSERE... PRIVATI, PROFESSIONISTI, MEDICI, INFERMIERI, ECC..